Motivazioni Premio Zeno per “Tuba mirum”

Sono state pubblicate le motivazioni del Premio Letterario Zeno in cui la lirica “Tuba Mirum” si è classificata al terzo posto.

Eccole di seguito:

Alessandro Izzi, Tuba mirum

L’incubo della ‘confusione delle lingue’ e della fine della civiltà viene trattato con arguzia e intimismo. Notevole il finale ‘in crescendo’.
(Giuseppe Feola)

“Così finisce il mondo. / Non con un’esplosione, ma con un piagnucolio”, affermava T.S. Eliot in The Hollow Men. Allo stesso modo, in questa poesia, la grandiosa “tuba mirum spargens sonum” del Dies irae si trasforma in un inquietante suono di “zampette di ragno”, accolte con la “quotidiana noncuranza”. La fine del mondo, sembra dirci l’autore, forse c’è già stata, solo che noi non ce ne siamo accorti.
(Sergio Pasquandrea)

 

Precedente La chiave per entrare (racconto) Successivo Coco, il capolavoro d'animazione targato Pixar