Stralci da “L’ultima Luce”

14908202_1249490715072384_1032025063414795516_nQui di seguito alcuni stralci da “L’Ultima Luce”, la presentazione-spettacolo di “Come seme sotto raffiche d’inverno” nella sala del Teatro Bertolt Brecht di Formia. 30 ottobre 2016 – ore 18:00.

Proposto nella forma nuova di un quasi spettacolo, il libro di Alessandro Izzi, pubblicato da Giovane Holden edizioni  nel 2016 è diventato punto di partenza per una riflessione multimediale sul tema della Guerra.

Preceduto da una riflessione sul libro di Giovanni Spagnoletti (Università di Tor Vergata Roma), l’evento ha visto succedersi brani di interviste video a testimoni diretti dello scempio lasciato dalla guerra nel territorio tra Formia e Gaeta, letture tratte dal testo e di brani musicali dal vivo.

I testimoni intervistati per l’occasione sono Gennaro Aceto, Luigi Cardi, Aurelio Izzi e Dario Silvestri.
Lettori Francesca Desantis, Dilva Foddai, Pompeo Perrone, Maurizio Stammati e l’autore stesso.

La drammaturgia che ne è risultata, nata da un’idea di Maurizio Stammati, direttore artistico del collettivo formiano intitolato al grande drammaturgo tedesco, replica amplificandola la polifonia interna al testo di Izzi che è, lo ricordiamo, una raccolta di nove racconti ambientati tra il ’43 e il ‘45 che eleggono a protagonisti le donne, i bambini e tutti coloro che dovettero subire gli orrori di una guerra che non potevano capire per davvero.
Questi stralci da “L’ultima luce” restituiscono solo in parte la struttura dell’evento, ma ne danno un’idea abbastanza compiuta che volentieri si condivide.

I commenti sono chiusi.